Torna la neve, allarme al Centro e al Sud

990 giorni fa ~ Scritto da Francesco (#34)

19
Vota +
Informazione locale
Pubblicato in: Cronaca Ultime Notizie, MeteoSta tornando la neve, dopo una giornata e mezza di tregua riprenderanno le precipitazioni sulla dorsale adriatica senza nessuna esclusione. Dal Veneto alla Puglia tutte le regioni verranno colpite da queste nuove precipitazioni. Secondo le previsioni il momento di massima difficoltà dovrebbe arrivare tra venerdì e sabato prossimo. Non solo la dorsale adriatica dovrà prepararsi alla neve, saranno anche altre le zone interessate.Nelle grandi città del Nord sono previste temperature in netto ribasso, mentre in Sardegna e Basilicata sono previste precipitazioni nevose anche a basse quote. Una delle situazioni peggiori sarà quella di Roma, la città è stata messa in gravi difficoltà dalla prima ondata di neve, la seconda dovrebbe essere ancora più cospicua. Il sindaco Gianni Alemanno si è scusato con i cittadini, "Mi scuso con tutti i cittadini che hanno avuto disagi e problemi ma queste scuse dovremmo farle tutti insieme a cominciare da chi ha responsabilità maggiori a livello nazionale".Per evitare problemi alla viabilità, soprattutto sulla autostrade interessate dalla neve come la Bologna-Taranto e la Napoli-Canosa, ma il consiglio vale per tutta Italia fino a domenica, è utile restringere al minimo i viaggi e dotarsi sempre di pneumatici adatti alla neve, non che di catene. Per quanto riguarda la neve il peggio dovrebbe passare con la giornata di domenica, ma il freddo ed il gelo continueranno almeno fino a San Valentino. La Protezione Civile, l'Esercito ed i Vigili del Fuoco sono in stato di allerta e collaborano per aiutare le popolazioni in difficoltà a causa della mancanza di energia elettrica. Peggiora il bilancio delle vittime Tre giorni di neve e gelo hanno causato una serie di danni incredibili. Treni bloccati per intere nottate, persone morte nelle proprie automobili o schiacciate da strutture fatiscenti. Intere zone di uno dei paesi più industrializzati al mondo che sono rimaste senza corrente elettrica e quindi in balia degli elementi. Questo nonostante il servizio previsioni abbia funzionato in maniera impeccabile. E' un bilancio che deve far riflettere, soprattutto alla luce delle previsioni che per i prossimi giorni danno un ulteriore abbassamento delle temperatura e problemi anche al Sud che fino ad oggi è stato toccato ma non in maniera pesante. Il bilancio delle vittime è devastante. Sono otto i morti per cause direttamente o indirettamente legate al maltempo. Due persone sono morte schiacciate da strutture che non hanno retto il peso della neve. Una donna in provincia di Avellino ed un uomo nei pressi di Frosinone. Anche il gelo ha reclamato le sue vittime, due persone sono morte nella loro automobile. Un anziano in provincia di Isernia ed un giovane di 34 anni nei pressi di L'Aquila. A questi vanno ad aggiungersi due alpinisti che sono stati travolti da una valanga caduta a Passo Stalle nella Val Pusteria. Non è mancata la tipologia di morte più prevedibile in questi casi. Quella della miseria. Un uomo è stato trovato morto nella rocca medievale di Castiglione del Lago in provincia di Perugia, ed una donna di origini ucraine è morta in una baracca ad Ostia sul litorale della nostra capitale, morti assurde quanto evitabili. Speriamo servano almeno da monito perchè la neve ed il gelo stazioneranno in Italia almeno per un'altra settimana. Si prevede un drastico calo di temperature soprattutto al Nord ed al Centro. Per Roma si potranno raggiungere i -6 gradi sotto zero. Intanto il sindaco Gianni Alemanno ha comunicato che per questa mattina tutte le strade dovrebbero essere libere dalla neve. Ancora disagi nella capitale, paura per un traghetto a Civitavecchia Situazione di caos a Roma dove la neve, scesa copiosa, ha mandato il tilt la città. Centinaia le persone bloccate sul Raccordo anulare, mentre 110 passeggeri sono rimasti bloccati per 18 ore sul treno Roma-Avezzano, all'altezza di Carsoli. Paura anche per il traghetto Tirrenia Sharden, partito da Civitavecchia per Olbia, che ha sbattuto contro il molo a causa del forte vento, provocando uno squarcio di trenta metri. Passeggeri ed equipaggio sono stati tratti in salvo e la nave messa in sicurezza, anche se si è temuto per un attimo il ripetersi dell'incidente della nave Costa Concordia.Situazione di caos a Roma dove la neve, scesa copiosa, ha mandato il tilt la città. Centinaia le persone bloccate sul Raccordo anulare, mentre 110 passeggeri sono rimasti bloccati per 18 ore sul treno Roma-Avezzano, all'altezza di Carsoli. Paura anche per il traghetto Tirrenia Sharden, partito da Civitavecchia per Olbia, che ha sbattuto contro il molo a causa del forte vento, provocando uno squarcio di trenta metri. Passeggeri ed equipaggio sono stati tratti in salvo e la nave messa in sicurezza, anche se si è temuto per un attimo il ripetersi dell'incidente della nave Costa Concordia.La situazione nella capitale è drammatica tanto che il sindaco Gianni Alemanno ha invitato a limitare gli spostamenti. Funzionano i mezzi pubblici e c'è l'obbligo di catene per gli automobilisti, ma il blocco della città è stato tale che il primo cittadino ha chiesto una commissione d'inchiesta per la mancanza di previsioni adeguate. Secondo Alemanno le notizie parlano di 35 millimetri di neve, ma il capo della Protezione Civili Franco Gabrielli ha chiarito che le notizie erano corrette, parlando di "dubbi sulla adeguatezza del sistema antineve della Capitale".Mentre infuria la polemica anche su Twitter, dove i cittadini romani hanno preso di mira Alemanno che dal suo canto si prepara a "querelare", Roma ha vissuto una giornata tremenda.In particolare per i 110 passeggeri del treno Roma-Avezzano è stata una vera odissea: fermi alla stazione di Carsoli dalle 17 di ieri, sono rimasti bloccati per 18 ore senza riscaldamento. Ferrovie dello Stato ha annunciato di aver "offerto ai viaggiatori il pernottamento", ma la situazione è stata davvero surreale, senza notizie per ore in mezzo alla neve.Anche in Abruzzo i disagi sono stati enormi. Chiusa l'A24 per la tormenta di neve, alcune persone bloccate per strada dalla neve sono state tratte in salvo dalla Soccorso Alpino, mentre nell'entroterra di Urbino, dove sono scesi due metri di neve, si è reso necessario l'intervento dell'esercito per portare i malati in dialisi negli ospedali.Alcune frazioni sono isolate e le forniture di nafta per il riscaldamento si stanno esaurendo. Il sindaco di Urbino Franco Corbucci ha segnalato uno stato di "fortissima difficoltà al prefetto e alla Protezione Civile delle Marche" e sono attesi gli uomini dell'esercito per rimuovere la neve nelle zone più critiche.Fortissimi i disagi sulla rete autostradale: chiusa l'A25 per tutti i veicoli e sull'A14 camion e veicoli commerciali vengono fermati a Imola. Nevica anche sulla A14 e sulla A1 tra Caianello e San Vittore, chiusa sull'A12 la barriera Aurelia nord per ghiaccio.A preoccupare, oltre alla neve che continua a scendere in alcune città come a Bologna e a Napoli e in alcune zone dell'Alta Irpinia, sono le temperature, in forte picchiata. Record a Livigno dove si sono toccati i -24. Roma chiusa per neve, trasporti azzerati, Fiumicino bloccato La neve ha tardato a raggiungere Roma, ma quando lo ha fatto ha letteralmente messo in ginocchio la capitale. Trasporti su gomma azzerati, obbligo di catene in città, divieto assoluto di circolazione con moto e motorini, sono solo alcune delle conseguenze di una nevicata eccezionale che ieri ha colpito Roma fin dalle prime ore della mattinata per poi intensificarsi nel tardo pomeriggio.

Vai all'articolo originale


Articoli Correlati

Meteo, al Centro e al Sud torna l'estate Al Nord variabile e rischio temporali

Scritto 116 giorni fa

Da martedì il sole tornerà protagonista in gran parte d'Italia, in modo particolare al Centrosud, ma anche al Nord andrà meglio rispetto all'ultima settimana con dei... ...

Meteo: il tempo migliora al Nord, piogge e rovesci al Centro e al Sud

Scritto 22 giorni fa

La perturbazione numero 1 di ottobre sta scivolando verso Sud, portando ancora precipitazioni su parte delle regioni centrali, in particolare su medio Adriatico e Lazio. Ampie... ...

Meteo: torna la neve sulle Alpi. Disagi al traffico a Cortina. Proclamata allerta 2 in Liguria

Scritto 292 giorni fa

Torna la neve al Nord e anche il rischio valanghe su tutto l'arco alpino lombardo. Quaranta persone sfollate nello Spezzino. Bloccati alcuni mezzi veloci nel Golfo di Napoli.... ...

Mondiali 2014, ha già vinto il calcio del Centro e del Sud America

Scritto 121 giorni fa

Mai tante squadre del centro e del sud America sono passate agli ottavi. L'Uefa di Platini esce con le ossa rotte. Ma non è il caso di dare la colpa al clima ...

Meteo, domenica di nuvole al Nord e al Centro Sole sul resto dell'Italia

Scritto 412 giorni fa

Ecco il tempo di domani. Cielo molto nuvoloso o coperto al Nord e al Centro. Sole su Sud e Sicilia ...